Raniero La Valle, Commiato

Caro Bellavite, caro Roberto Mancini, carissimi della Parrocchia Romana di Santa Maria ai  Monti con l’amico senatore Luigi Zanda, e Luigi Accattoli, cari amici di Lecce, di Brindisi, sarei venuto  come avevo promesso da voi in quest’ultimo scorcio della campagna referendaria, se non fossi stato tradito da un dissesto molto inopportuno delle due camere, questa […]

SOPPRIMERE IL TERRITORIO O IL “PING PONG” CAMERA SENATO?

Di Mario Agostinelli e Giuseppe Vanacore Lo spostamento infinito della data del referendum non sembra – almeno per Renzi – una gran trovata: più si ha il tempo di andare fuori di propaganda ad esaminare i contenuti e più emergono le insidie di fondo di questa “deforma”. Nella ricercata subordinazione delle Assemblee al Governo, non […]

LA TRUFFA DEL MONOCAMERALISMO E L’ARTICOLO 12

Salvatore d’Albergo, Carlo Andreini Con la trasmissione al Senato da parte della Commissione Affari Costituzionali del DDL (e pertanto d’iniziativa governativa) n. 1429 contenente “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario” e altre modifiche della seconda parte, la riforma costituzionale è approdata in aula per la discussione e l’approvazione in prima lettura. Dopo ripetuti richiami […]

DA MODENA: IL PD CHE VOTA NO SI APPELLA AL MANIFESTO DEI VALORI DEL PARTITO

Beatrice Bardelli  17 novembre 2016 Probabilmente Renzi non l’ha mai letto o se mai l’avesse letto ha fatto spallucce. Roba da conservatori, avrà pensato. Si tratta del Manifesto dei Valori del Partito Democratico approvato, il 16 febbraio 2008, dall’Assemblea Costituente del Partito Democratico insieme allo Statuto ed al Codice etico del partito. Quel documento era […]

Il disegno di revisione Renzi-Boschi tra ragioni strutturali e sovrastrutturali: “governabilità” e “stabilità economica” nell’era della crisi organica

Gaetano Bucci (Università di Bari) (relazione al seminario del P. C., Gioia del Colle, 20 novembre 2016)   Il disegno di revisione proposto (recte: imposto) dal Governo, non può essere valutato solo come un’operazione “sovrastrutturale” destinata a incidere esclusivamente sulla forma di governo, ma anche come una sorta di disegno strategico di politica-economica, che punta […]